L'assicurazione in pista: tra mito e realtà. Cosa copre e cosa no.

| | Facebook Twitter Email

L'assicurazione in pista: tra mito e realtà. Cosa copre e cosa no.
Assicurazione sì o assicurazione no. Chi paga i danni, in pista?

Per vedere anche gli altri nostri articoli raccolti e in ordine vai a: Le Guide del Giovedì.

La scorsa settimana abbiamo parlato del paraschiena da moto: come sceglierlo, CLICCA QUI per leggere le Guida!

 

La copertura assicurativa è sempre necessaria per i veicoli su strada.

Cosa accade, invece, in luoghi privati quali parcheggi o... circuiti?

 

Chi rompe paga e i cocci...

Il discorso dell'assicurazione del veicolo durante le prove libere non è così articolato come si pensi.

 

Credenza e comportamento comune vuole che ognuno sia tenuto a pagare i propri danni, anche se potrebbe non essere sempre così.
In caso di moto targata e assicurata, infatti, la copertura c'è (anche se non sempre).

 

In caso contrario, esistono comunque due ipotesi ben definite che vi andiamo a illustrare.

Partiamo con il sottolineare la differenza tra i piloti provvisti di licenza FMI e gli amatori.

 

A differenza dei primi, gli amatori generalmente non sono "coperti" quando usano la moto in pista.


Tuttavia, grazie anche alla tecnologia, i circuiti odierni sono spesso dotati di impianti televisivi i quali, registrando, possono concretamente avvalorare la richiesta di risarcimento di un soggetto danneggiato dal comportamento di terzi.

 

Non sarà certo facile farsi dare i filmati dalla pista (sempre che li abbia), ma una volta ottenuti possono tornare utili per chiarire con più precisione le dinamiche dell'accaduto.

 

Forse non tutti sanno che molte polizze prevedono l'estensione della RC anche su suolo privato. Eccezion fatta (si badi bene) per

  • competizioni sportive,
  • relative prove.

 

Purtroppo la legge è sempre soggetta ad interpretazione, e quindi non è possibile essere certi di avere "ragione" o "torto" per ogni data situazione, questo lo sanno tutti.

 

Tuttavia, data la regola citata poco fa, si potrebbe dedurre che le prove libere svincolate dalle gare e dalle loro prove esulino da questa precisazione.

E siano quindi coperte.

 

D'altro canto, c'è chi invece può sostenere che le prove libere in pista sono - o possono essere utilizzate anche solo da un partecipante - come preparazione ad una gara.

E quindi che non siano coperte.

 

La situazione è dunque molto complicata da dipanare, ma tranquilli: a fine articolo noi di Portami in Pista vi offriamo una soluzione facile ed indolore!

 

Al netto di qualsiasi interpretazione che si vuole fare, c'è ancora un'altra doverosa considerazione: alcune compagnie escludono espressamente tale evenienza, specificando espressamente che qualsiasi attività in circuito esula dalla copertura assicurativa.

 

Altri motociclisti che ovviamente non sono coperti sono tutti coloro che girano con veicoli modificati, non targati, o addirittura veri prototipi.

 

E tu, sei sicuro che la tua moto targata non abbia nessuna nessuna "modifica strutturale" a cui la compagnia assicurativa si può attaccare per non pagare?

La marmitta, il dbkiller, perfino le pedane arretrate possono essere identificate come modifiche alla struttura di una moto dalle compagnie assicurative più... più... più pignole diciamo.

 

E quindi?

Data la complessità della materia e la difficoltà che sicuramente incontreresti ad ottenere un risarcimento con la tua normale polizza assicurativa, noi di Portami in Pista ti consigliamo di stipulare una della poche assicurazioni che coprono espressamente l'attività in pista.

 

Sono assicurazioni valide solo in circuito, quindi per girare in strada dovrai comunque avere anche la tua normale assicurazione.

 

I due enti che offrono questo tipo di copertura sono ASI e FMI, con le relative Tessere assicurative.

 

La tessera ASI


Di cui parliamo nel dettaglio qui: cliccaci se vuoi tutte le info.

 

La Tessera ASI C1 costa 40€ e dura 365 giorni ed è stata pensata per fornirti copertura assicurativa infortuni e RCT durante le tue giornate di prove libere in pista.

L'assicurazione è con la compagnia UnipolSai.

Cosa Copre la Tessera C1:

  • danni fisici alla tua persona
  • danni fisici a terzi non tesserati ASI
  • spese mediche per infortunio all'estero

 

A questo si aggiungono anche ulteriori benefici per il titolare della tessera:

  • diaria giornaliera in caso di ricovero
  • copertura delle spese mediche
  • indennizzo in caso di morte.

 

 

Riassunto Polizza ASI

Copertura Assicurativa:

  • danni fisici personali
  • danni fisici a terzi non tesserati ASI
  • spese mediche in caso di infortunio in pista all'estero

Attività Non Competitive Coperte:

  • Prove Libere
  • Prove libere Cronometrate
  • Prove libere Cronometrate con Pareggiamento Tempi

Massimali assicurativi:

  • Morte €80.000,00
  • Lesioni: tabella allegata. Franchigia 8%
  • Rimborso spese mediche a seguito di lesione indennizzata a termini di polizza: €3.500,00 (scoperto 10%, minimo €250,00)
  • Diaria da gesso a seguito di lesione indennizzata a termini di polizza: €30,00/gg (franchigia 5 gg, max 20gg)
  • Diaria da ricovero a seguito di lesione indennizzata a termini di polizza: €30,00/gg (franchigia 5 gg, max 30gg)

Garanzia R.C.T.:

  • Massimale unico per Sinistro €3.000.000,00
  • Danno: €5.000,00
  • Franchigia: €2.000,00
  • Indennizzo: €5.000,00 - €2.000,00 = €3.000,00

 

Collegamenti utili

 

Ottienila

  

Grazie alla collaborazione tra Portami in Pista, UnipolSai, CONI e ASI ora potrai girare in sicurezza nei circuiti italiani e in molti esteri.

 

Portami in Pista è da sempre impegnata nell'aumentare la sicurezza dei motociclisti in strada e in pista.

Per questo motivo abbiamo deciso di distribuire la tessera ASI a prezzo di fabbrica: 40€.

 

Ti basta richiedercela via Email, Telefono, WhatsApp, o contattandoci alla nostra pagina Facebook.

Costa solo 40€, ti protegge per 365 giorni.

 

Dirigi un Motoclub o un Gruppo?

Contattaci per scoprire ulteriori vantaggi.
Per una comitiva sicura e affiatata.

 

Nota bene

1) La tessera è valida se si ha un certificato medico in corso di validità.

Il certificato medico può essere il classico "di sana e robusta costituzione" oppure un certificato medico superiore.

 

2) La tessera è valida nella maggior parte dei circuiti italiani.

La copertura è valida anche per molti circuiti esteri, tra cui:

  • Aragon,
  • Cartagena,
  • Jerez,
  • Valencia,
  • Portimao.

 

Ogni anno l'elenco di piste viene rivisto ed aggiornato in caso di necessità, quindi è bene controllare sul sito di ASI o contattando un loro centro informazioni.

 

Costo totale: 40€ il certificato medico

 

La tessera FMI

La tessera FMI è estremamente simile alla Tessera ASI, quindi non c'è bisogno di farti rileggere le stesse cose due volte.

Ci sono un paio di differenze, che ti spieghiamo qui sotto.

 

Ottenere la tessera è abbastanza semplice, anche se un po' costoso.

Ecco cosa è necessario fare:

1) fare richiesta di affiliazione ad un Motoclub che offre le tessere FMI;

2) fare richiesta della tessera stessa, corredandola di:

  • certificato medico per attività non agonistica,
  • fotocopia di un documento d'identità.

 

L'importo varia di anno in anno per la Tessera Sport.

Si parte dalla quota annuale di affiliazione da versare al club (che spesso oscilla tra i 50 e i 100 €) a cui aggiungere il prezzo della tessera stessa, che si aggira sui 100-150€.

Costo totale: circa 200€ il certificato medico

 

 

Nota bene!

1) La tessera è valida se si ha un certificato medico in corso di validità.

Il certificato medico può essere il classico "di sana e robusta costituzione" oppure un certificato medico superiore.

 

2) La tessera è valida nella maggior parte dei circuiti italiani.

La copertura è valida anche per molti circuiti esteri, tra cui:

  • Aragon,
  • Cartagena,
  • Jerez,
  • Valencia,
  • Portimao.

 

Ogni anno l'elenco di piste viene rivisto ed aggiornato in caso di necessità, quindi è bene controllare sul sito di ASI o contattando un loro centro informazioni.

 

Costo totale: circa 200€ il certificato medico

 

Hey! La sai la novità?

Sono finalmente tornate le GIFT CARD PORTAMI IN PISTA!

 

Se vuoi fare un super regalo a un appassionato, che aspetti a regalargli una giornata di pura emozione?

Le Gift Card sono valide per tutta la stagione 2021 in tutte le piste in cui lavoriamo (tutta Italia!)

Contattaci per saperne di più, oppure visita la pagina informativa!

 

Il regalo di Natale perfetto ti aspetta!

 

 

Come sempre ti aspettiamo ai nostri Corsi di guida in pista per insegnarti a perfezionare il tuo controllo, tecnica, velocità, divertimento e sicurezza sulla moto!

Contattaci per saperne di più, ci puoi raggiungere anche su FacebookInstagram o via E-mail a info@portamiinpista.it!

Abbiamo aperto un canale YouTube!

Se vi iscriverete in tanti caricheremo le nostre Guide e i nostri consigli sulla tecnica di guida anche lì.

Porteremo approfondimenti sulle nostre gare e focus sulla guida in moto e la vita dei nostri Piloti!

Che aspetti? Iscriviti e condividilo con i tuoi amici!

Clicca qui!

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Cosa controllare prima di una giornata in pista

Motivation monday

 

Se vuoi più info sui nostri Corsi di perfezionamento della guida della moto oppure se vuoi parlare con uno dei nostri piloti contattaci su FacebookInstagram o mandaci una e-mail info@portamiinpista.it!

Se hai trovato questa guida utile, condividila con i tuoi amici motociclisti usando Facebook, WhatsApp o mandandogliela via mail. Trovi dei comodi bottoncini per farlo qui sotto!

Ogni biker può fare il suo per aiutare la nostra community: noi pensiamo a scrivere, tu puoi diffondere! Facebook, WhatsApp, e-mail e altri social... vale tutto: condividi questa Guida cliccando sui comodi bottoncini qui sotto!