Correzioni a Metà Curva: Cosa Sono e Come Evitarle

| | Facebook Twitter Email

Correzioni a Metà Curva: Cosa Sono e Come Evitarle
Spesso capita di voler correggere velocità e/o traiettoria durante la percorrenza di una curva: è sbagliato! Vediamo perchè e cosa fare al riguardo!

Per vedere anche gli altri nostri articoli raccolti e in ordine vai a: Le Guide del Giovedì.

La scorsa settimana abbiamo parlato del Dove Mettere le Saponette sulla Tuta, CLICCA QUI per leggere le Guida!

 

Come per ogni momento di guida sulla moto, sia in strada che in pista, ogni movimento deve essere preciso, deciso e graduale.

Ma ovviamente non succede sempre così!

 

Idealmente l'angolo di piega e la velocità con cui entri in curva andrebbero mantenuti fino al punto d'uscita, assicurando così una traiettoria pulita e senza aggiustamenti all'ultimo secondo.

 

Ma chiaramente, sopratutto durante le prime pistate, ti troverai a fare continui aggiustamenti!

 

Un po' di freno qui, un'accelerata lì, un rientro in traiettoria...

 

Ma non devi preoccuparti, è frequentissimo e noi di Portami in Pista capiamo bene come mai succeda.

 

Come al solito, siamo qui per aiutarti con le nostre Guide e, soprattutto, con i nostri Corsi di guida!

 

Premesso che la giusta tecnica per affrontare la curva in pista è quella di staccare al giusto punto di frenata, raggiungere la giusta velocità e inserire la moto in curva al giusto punto di ingresso, sappiamo bene che non sempre ogni ciambella esce col buco.

 

Cosa fare dunque quando una curva la prendiamo male?

Vediamolo insieme:

 

SE ENTRI TROPPO FORTE IN CURVA

Sarà necessario fare una correzione nel momento in cui abbiamo effettivamente sbagliato la frenata e/o l'ingresso in curva, e ci troviamo troppo veloci e/o troppo larghi, ormai troppo avanti per poter correggere la traiettoria in sicurezza.

 

In particolare durante le prime pistate o quando stai scoprendo una pista per la prima volta, ti troverai spesso ad avvicinarti a una curva e non riuscire a iniziare la piega nel punto in cui dovresti farlo.

 

A questo punto sarà facile avere quella sensazione di panico che ti dice "sto andando decisamente troppo veloce, la sto prendendo larghissima!" o, ancora peggio "adesso finisco sull'erba!".

 

A questo punto è imperativo evitare il panico, e ricordarsi che non si esce integri da una curva solo con la traiettoria perfetta.

Certo, abbiamo commesso un errore e il nostro giro ne risentirà, ma non è che se manchiamo un punto di corda cadiamo automaticamente.

 

In questi casi il nostro consiglio è quello di ritardare l'apice della curva il più possibile, se necessario mancandolo anche.

Semplicemente cerca di continuare a frenare a moto dritta il più possibile e, poi metti la moto in piega quando sarà necessario doverlo fare.

 

Sì, arriverai lungo, ma almeno frenando dritto hai più trazione a disposizione per frenare intensamente e rallentare il più possibile.

 

Ricorda che le gomme di oggi hanno capacità davvero alte, e reggono tendenzialmente molto più di quello che ti sembra e tendenzialmente molto più di quello che è capace di fare il motociclista medio.

 

Quindi, quando sarà necessario mettere la moto in piega, fallo con convinzione e senza esitazioni.

Una mezza manovra in questo caso non servirà a nulla: o ci starai dentro oppure no, non esiste la via di mezzo purtroppo.

Gli inglesi direbbero "commit to the corner".

 

Fissa lo sguardo dove vuoi andare (questo è forse l'aspetto più importante!), sporgiti con il corpo, spingi sulle pedane e scendi in piega.

 

Questa serie di azioni, semplici ma difficili da fare in un momento come quello, sono di solito sufficienti a farti portare a termine la curva e uscirne indenne.

 

Sguardo, corpo, piega.

Sono queste le tre parole su cui devi sforzarti di essere concentrato.

Soprattutto lo sguardo, che gioca un ruolo fondamentale nella guida.

 

Questa situazione richiede un po' di esperienza per essere corretta, siccome la moto si trova in un momento delicato!

Si tratta di una situazione complessa e abbastanza paurosa, soprattutto le prime volte.

Per questo consigliamo sempre un Corso in pista per interiorizzare al meglio la giusta tecnica di guida e le giuste correzioni da porre in essere, quando necessario.

 

 

CORREGGERE UNA CURVA TROPPO STRETTA

Una classica conseguenza del non conoscere ancora del tutto una pista è quella di "anticipare", ritrovandosi poi troppo vicini al cordolo interno, rischiando addirittura di fare un bel giro sul ghiaino!

 

Ma anche in questo caso non devi temere, anzi!

 

Prendi nota di questo errore e ricordati che dal prossimo giro dovrai ritardare la frenata, l'inserimento o la velocità di scesa in piega.

 

Nel frattempo, sarà necessario aggiustare anche questo errore.

Come?

Correggere questo tipo di situazione è in realtà semplice e molto meno pauroso rispetto all'arrivare lungo: usa il manubrio o una puntina di gas per raddrizzare la moto e allargare la traiettoria, tornando su quella ideale.

 

Prima di farlo, ovviamente, controlla che intorno a te non ci sia nessun altro motociclista che potresti disturbare: cambiare traiettoria improvvisamente è di intralcio in pista.

 

CORREGGERE UNA CURVA DA CUI ESCI LARGO

Anche questa è una situazione tipica: dal momento in cui ti rialzi dalla piega la tua traiettoria inizia ad allargarsi.

 

Se però inizi a rialzarti prima del dovuto, ti ritroverai ad allargare troppo la traiettoria!

 

Buona notizia: qui le soluzioni sono molteplici, e dovrai scegliere quella che più si confà al tuo grado di padronanza della moto.

 

L'ideale è quello di sporgere di più il corpo verso l'interno della curva e spingere sulla pedana interna.

In questo modo risposterai il baricentro della moto verso l'interno senza avere bisogno di alleggerire il gas o riaumentare l'angolo di piega.

 

Così potrai mantenere il gas aperto, guadagnare velocità e tornare in traiettoria... tutto in un colpo solo!

 

Questa è la soluzione migliore di tutte, ma anche la più difficile da mettere in pratica con efficacia.

 

La seconda soluzione è meno consigliata della prima, ma più facile.

Si tratta ovviamente di aumentare l'angolo di piega per chiudere la traiettoria quando basta.

Il modo in cui farlo dipende da cosa starai facendo in quel momento con l'acceleratore:

  • se starai ancora accelerando, dovrai alleggerire il gas per rendere la moto morbida a sufficienza e farla scendere in piega (piegare mentre si accelera è difficilissimo). Quando avrai raggiunto l'angolo corretto, riprendi ad accelerare!
  • se non stai accelerando, invece, dovresti riuscire a piegare senza problemi in modo da correggere per tempo prima di dare gas in uscita.

 

Talvolta, sarà sufficiente alleggerire il gas e mantenere l'angolo di piega a cui ci troviamo per dare alla moto modo di tornare in traiettoria.

 

DAI GAS GRADUALMENTE.

SEMPRE!

In moto ogni azione deve essere graduale, soprattutto in occasioni particolari come le curve.

 

Anche nei momenti più tesi e dove senti la paura che avanza non dimenticarti di eseguire tutte le correzioni in modo pulito e graduale.

Così potrai sentire al meglio come si comporta la tua moto, e gestire la curva nella maniera migliore possibile.

 

L'equilibrio della moto è un concetto meraviglioso ma delicato: ogni comando che le dai lo va a modificare.

Per questo, meno grip abbiamo a disposizione, più dobbiamo essere graduali e delicati nei movimenti.

 

SE MANCHI IL PUNTO DI CORDA, NON PREOCCUPARTI

Non tutte le curve si possono correggere, e non è necessariamente un problema con la caduta come risultato.

 

Ovviamente sarebbe bene evitare di uscire dalla pista, quindi se prendi la curva semplicemente molto larga, ma la riesci a correggere... non preoccuparti e procedi spedito verso la prossima curva!

 

In alcuni casi tentare una correzione azzardata o drastica può essere troppo e causare un problema piuttosto che esserne la soluzione.

 

È qui che devi ricordarti che essere in pista è bello anche per la sicurezza che ne consegue.

Prendi una via di fuga, rallenta con calma e a moto dritta.

 

Ricordati che se la via di fuga è in asfalto, potrai continuare a frenare anche lì!

Se la via è in erba o in ghiaia sappi che il grip a disposizione sarà molto poco.

Mantieni la moto più dritta possibile e decelera in maniera mooolto dolce.

 

Se prendi una via di fuga avrai tanti metri in più per fermarti, quindi resta lucido e prenditi tutto il tempo e lo spazio necessario per rallentare in sicurezza.

 

IMPARA DAGLI ERRORI IN PISTA

Può essere scontato, ma per ogni correzione che fai dovrai ricostruire l'origine dell'errore!

 

Frenata troppo tardi? Poca piega? Troppa paura? Errore nei punti di riferimento?

 

Proprio per massimizzare la didatticità dei i nostri turni in pista, noi registriamo sempre i nostri Corsisti durante la giornata!

 

Così sarà ancora più semplice farti vedere l'errore, capirlo e correggerlo.

 

ALLENA IL TUO SGUARDO SULLA PISTA

Sapere dove posare lo sguardo in pista è un'abilità fondamentale per ogni biker, e ti permetterà non solo di evitare moltissimi errori, ma anche di guidare in maniera efficace, calma e controllata.

 

Sapere dove ti trovi sulla pista e quale traiettoria ti aspetta è la base per guidare bene e al contempo evitare moltissimi errori, spesso causati da paura, sensazioni "di pancia" o dal guidare d'istinto.

 

Ricordati sempre di stabilire dei buoni punti di riferimento e di volgere sempre il tuo sguardo verso dove vuoi andare, mai verso dove hai paura di finire!

 

Come sempre ti aspettiamo ai nostri Corsi di guida in pista per insegnarti a perfezionare il tuo controllo, tecnica, velocità, divertimento e sicurezza sulla moto!

Contattaci per saperne di più, ci puoi raggiungere anche su FacebookInstagram o via mail a info@portamiinpista.it!

Abbiamo aperto un canale YouTube!

Se vi iscriverete in tanti caricheremo le nostre Guide e i nostri consigli sulla tecnica di guida anche lì.

Porteremo approfondimenti sulle nostre gare e focus sulla guida in moto e la vita dei nostri Piloti!

Che aspetti? Iscriviti e condividilo con i tuoi amici!

Clicca qui!

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


moto-pista-catena

Come Pulire e Ingrassare la Catena della Moto

 

 

 

Se hai trovato questa guida utile, condividila con i tuoi amici motociclisti usando Facebook, Whatsapp o mandandogliela via mail. Trovi dei comodi bottoncini per farlo qui sotto!

Ognuno di noi bikers può fare il suo per aiutare la nostra community: noi pensiamo a scrivere, tu puoi diffondere! Facebook, Whatsapp, email e altri social... vale tutto!