Albero di trasmissione: cos'è

| | Facebook Twitter Email

Albero di trasmissione: cos'è
Dispositivo utilizzato sia sulle auto che sulle moto - e non solo -. Scopriamo cos'è un albero di trasmissione!

Per vedere anche gli altri nostri articoli raccolti e in ordine vai a: Le Guide del Giovedì.

La scorsa settimana abbiamo parlato di com'è fatta una moto CLICCA QUI per leggere le Guida!

L'albero di trasmissione è un dispositivo che trasferisce alle ruote motrici l'energia generata da un motore, collegando il cambio al differenziale
Esso è costituito da albero con giunti cardanici e viene utilizzato sia su vetture a trazione anteriore che integrale. Nonché, ovviamente, sui motocicli.

L'energia di cui sopra si definisce in coppia cinematica: l'albero è soggetto a torsione e sollecitazione a taglio, equivalenti alla differenza tra la coppia in entrata e il carico. La coppia in entrata deve essere sempre superiore al carico da spostare ma anche tanto forte da sopportare lo stress. Maggiore è il carico da spostare maggiore sarà l'inerzia.
 
Solitamente gli alberi di trasmissione incorporano uno o più giunti universali - elastici o anche scanalati o prismatici - questo acciocché sia possibile la variazione nell'allineamento e nella distanza tra i componenti di comando e guida.

Come funzione l'albero di trasmissione di un motociclo

Il ricorso agli alberi di trasmissione sulle moto risale addirittura al periodo della grande guerra: si pensi al mezzo belga FN del 1903 o alla motocicletta Stuart Turner Stellar del 1912. 
L'albero di trasmissione, alternativo alla trasmissione a cinghia o a catena, offre una lunga durata, pulizia e relativa manutenzione.

i contro, porta a necessitare di ingranaggi elicoidali, conici a spirale o simili per trasformare la potenza di 90° dall'albero alla ruota posteriore, comportando una leggera diminuzione di potenza nel processo.

Tra i  marchi produttori di motociclette con albero

  • Triumph
  • Honda
  • Suzuki
  • Kawasaki
  • Yamaha
  • BMW sfrutta l'albero cardanico già dal 1923
  • Moto Guzzi costruisce V-gemelli dagli anni '60
  • Labretta, tipo A fino a LD
  • Scooter NSU


I motori di motociclette posizionati in modo tale che l'albero a gomiti sia longitudinale e parallelo al telaio sono spesso utilizzati per motociclette azionate da alberi: questa soluzione vuole una rotazione di soli 90° nella trasmissione di potenza, anziché due. Questa disposizione appartiene sia alle Guzzi che alle BMW, nonché Le moto di Moto Guzzi e BMW, la serie Triumph Rocket III e Honda ST.

I motocicli con trasmissione ad albero sono soggetti all'effetto dell'albero in cui il telaio sale quando viene applicata l'alimentazione. Questo effetto si contrappone a quelle dei mezzi a catena e si contrasta con diversi sistemi quali:

  • Paralever di BMW
  • CARC di Moto Guzzi
  • Leva di Tetra di Kawasaki

La composizione dell'albero di trasmissione

Generalmente questo è prodotto in acciaio o fibra di carbonio - utilizzata solitamente nei mezzi più potenti -.
L'albero è composto da un cilindro che congiunge le due estremità di collegamento tra il motore e il differenziale, e due giunti cardanici che sostengono il cilindro stesso.

L’albero di trasmissione è sollecitato continuamente subendo forze di tipo torsionale, dai sobbalzi della vettura, dallo sporco sollevato dall’auto e, ovviamente, dalla potenza che deve trasmettere alle ruote.

La bontà di tale dispositivo sta nella combinazione di una buona capacità di trasmissione della potenza con una sufficiente capacità di resistere alle sollecitazioni.

L'usura dell'albero di trasmissione

Come già spiegato, l'albero è investito di una rilevante importanza per il funzionamento del mezzo ed è soggetto a forte stress, il che impone regolari revisioni o addirittura la sostituzione. Che, generalmente, coinvolge i giunti cardanici, data la loro collocazione alle estremità (quindi maggior usura).

L'usura si manifesta in maniera alquanto evidente: irregolarità nell’erogazione della potenza, vibrazioni costanti e rumori di attrito sono i principali segnali di qualche componente arrivato a fine vita.

Per decelerare il decadimento dell'albero e dei suoi componenti, potrebbe essere d'aiuto adottare uno stile di guida fluido, senza troppi strattoni e accelerazioni improvvise!

 

Come sempre ti aspettiamo ai nostri Corsi di guida in pista per insegnarti a perfezionare il tuo controllo, tecnica, velocità, divertimento e sicurezza sulla moto!

Contattaci per saperne di più, ci puoi raggiungere anche su FacebookInstagram o via E-mail a info@portamiinpista.it!

Abbiamo aperto un canale YouTube!

Se vi iscriverete in tanti caricheremo le nostre Guide e i nostri consigli sulla tecnica di guida anche lì.

Porteremo approfondimenti sulle nostre gare e focus sulla guida in moto e la vita dei nostri Piloti!

Che aspetti? Iscriviti e condividilo con i tuoi amici!

Clicca qui!

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Frizione antisaltellamento

Il fisico del pilota: esigenze psicofisiche e stress da sforzo

 

Se vuoi più info sui nostri Corsi di perfezionamento della guida della moto oppure se vuoi parlare con uno dei nostri piloti contattaci su FacebookInstagram o mandaci una e-mail info@portamiinpista.it!

Se hai trovato questa guida utile, condividila con i tuoi amici motociclisti usando Facebook, WhatsApp o mandandogliela via mail. Trovi dei comodi bottoncini per farlo qui sotto!

Ogni biker può fare il suo per aiutare la nostra community: noi pensiamo a scrivere, tu puoi diffondere! Facebook, WhatsApp, e-mail e altri social... vale tutto: condividi questa Guida cliccando sui comodi bottoncini qui sotto!