Com'è fatta una moto?

| | Facebook Twitter Email

Com'è fatta una moto?
Le guidiamo, le curiamo, le coccoliamo... ma sappiamo, realmente, da cosa sono costituite le nostre adorate moto?

Per vedere anche gli altri nostri articoli raccolti e in ordine vai a: Le Guide del Giovedì.

La scorsa settimana abbiamo parlato della etichetta europea degli pneumatici CLICCA QUI per leggere le Guida!

Com’è fatta una moto?

Vediamo insieme quali sono i componenti di una moto!

Motore

  • Sistema di carburazione / iniezione: il sistema di alimentazione è formato da un carburatore monoblocco con valvola a saracinesca e spruzzatore ad ago, per le moto di piccola cilindrata. I carburatori a depressione, viceversa, si applicano a quelle di grossa cilindrata. L’iniezione è garantita dal sistema di accensione elettronica.
  • Sistema di raffreddamento: per le "piccole" si utilizza maggiormente quello ad aria mentre, per le "grandi", quello ad acqua con radiatore.
  • Sistema di lubrificazione: il motore a due tempi viene lubrificato mediante olio miscelato a benzina, con un rapporto proporzionale alla cilindrata.
  • Albero di trasmissione: questo si utilizza per il trasferimento della coppia dall’albero alla ruota, ovverosia quell’elemento che permette la movimentazione della motocicletta.
  • Blocco motore: trattasi delle parti meccaniche di trasformazione energetica del propulsore, Diverso è il banco motore (il blocco privo del gruppo termico);
    • gruppo termico,: che si occupa della trasformazione da energia chimica a energia meccanica;
    • carter: racchiude e sorregge le parti fondamentali del blocco motore;
    • cambio e frizione: la potenza è trasmessa alla ruota posteriore dalla frizione che può essere a secco, a bagno d’olio, a dischi multipli, etc.

  • impianto d'accensione, necessario per la trasformazione chimica termica del combustibile;
  • impianto d'alimentazione, permette la giusta alimentazione del motore;
  • impianto di scarico, permette il corretto trattamento dei gas di scarico;
  • impianto d'avviamento, per permettere il facile avviamento del propulsore;
  • trasmissione.

Ciclistica

  • Telaio e sottotelaio.  Il telaio, in alcune moto quali le Ducati, può essere a traliccio (si pensi al Monster).
  • sella: presente praticamente su tutte le motociclette, a esclusione delle moderne moto da trial;
  • pedane: elementi fissati al telaio che permettono la giusta postura dei piedi/gambe;
  • cavalletto;

  • sospensioni\sistemi ammortizzanti: elementi dinamici che garantiscono il corretto contatto al suolo. L'anteriore può essere di tipo telescopico ovvero a parallelogramma; la posteriore, invece, a forcella o - raramente - con puntoni a spinta;
  • forcella: elemento anteriore, di generalmente collegato con il manubrio;

  • manubrio: necessario per la direzionalità del mezzo;
  • forcellone: elemento posteriore che, solo raramente, è rigido come nella bicicletta;
  • cerchione: sorregge lo pneumatico, con parte del sistema frenante;
  • pneumatico anteriore/posteriore: elemento fondamentale per garantire la tenuta del mezzo; solitamente a raggi, con diametro di 50-60 cm.  Solo raramente si utilizzano anche gli pneumatici per aumentare l’aderenza con il terreno, soprattutto quelli sterrati o fangosi;
  • impianto frenante: permette il rallentamento o l'arresto del mezzo. Talvolta viene a mancare quello anteriore. Freno idraulico: le moto di grossa cilindrata prevedono freni a disco su entrambe le ruote, azionati da un sistema idraulico;
  • sistema elettrico: alimentato da una batteria a secco che si auto ricarica per mezzo di una dinamo o di un alternatore azionati dal motore. L'impianto elettrico include: luce anteriore, posteriore, clacson, lampeggianti.


Sovrastrutture

Ovverosia quegli elementi non necessari né sempre presenti:

  • parafanghi;
  • impianto d'illuminazione;
  • clacson;
  • frecce;
  • contagiri;
  • contachilometri;
  • tachimetro; visualizza la velocità;
  • indicatore del livello del carburante;
  • specchietti retrovisori;
  • portapacchi;
  • valigie: bauletto\borse laterali\da serbatoio;
  • gancio di traino.

 

E voi? Che caratteristiche ha la vostra amata? L'avete accessoriata o personalizzata? Commentate con le vostre foto e le vostre migliorie!

 

Come sempre ti aspettiamo ai nostri Corsi di guida in pista per insegnarti a perfezionare il tuo controllo, tecnica, velocità, divertimento e sicurezza sulla moto!

Contattaci per saperne di più, ci puoi raggiungere anche su FacebookInstagram o via E-mail a info@portamiinpista.it!

Abbiamo aperto un canale YouTube!

Se vi iscriverete in tanti caricheremo le nostre Guide e i nostri consigli sulla tecnica di guida anche lì.

Porteremo approfondimenti sulle nostre gare e focus sulla guida in moto e la vita dei nostri Piloti!

Che aspetti? Iscriviti e condividilo con i tuoi amici!

Clicca qui!

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

dischi freno

Vari tipi di dischi freno

Avviamento a freddo: è necessario scaldare il motore della moto?

 

Se vuoi più info sui nostri Corsi di perfezionamento della guida della moto oppure se vuoi parlare con uno dei nostri piloti contattaci su FacebookInstagram o mandaci una e-mail info@portamiinpista.it!

Se hai trovato questa guida utile, condividila con i tuoi amici motociclisti usando Facebook, WhatsApp o mandandogliela via mail. Trovi dei comodi bottoncini per farlo qui sotto!

Ogni biker può fare il suo per aiutare la nostra community: noi pensiamo a scrivere, tu puoi diffondere! Facebook, WhatsApp, e-mail e altri social... vale tutto: condividi questa Guida cliccando sui comodi bottoncini qui sotto!